VISITA L'EGITTO, SUPPORTA LA LIBERTA'!
VISIT EGYPT, SUPPORT FREEDOM!

CAWC Support Freedom Supporta la Libertà Visita l'Egitto Visit Egypt

Questo itinerario è stato creato con la Partnership del CAWC (Civilization Ambassadors Winter Camp) dell'OMA (Oyoun Masr Association) con sede in Alessandria d'Egitto.

Visitare l'Egitto in questo periodo di transizione politica equivale a supportare il popolo egizio e quindi la libertà!

 

L'itinerario prevede l'intero giro turistico che va da IL CAIRO compresa la crociera sul Nilo.

 

 

 

 

 

Itinerario Egizio
Il nostro viaggio inizia a nord dell'Egitto, Il Cairo, che in lingua araba vuol dire "La Soggiogatrice". Una megalopoli di circa 18 milioni di abitanti.
Ci attende un clima molto caldo al quale non siamo abituati.
Prima tra tutte le tappe, la Moschea di Alabastro che è situata sulla collina della Cittadella del Cairo. La sua imponente Cupola è il simbolo stesso del Cairo.
La Moschea di Alabastro è anche meglio conosciuta come Moschea Mohammed-Ali-Basha , a lui intitolata.
L'interno è bellissimo...
...e di notte è ancora più magica!
Come anche i suoi splendidi interni riccamente adornati e impreziositi. Da vedere assolutamente i due "pulpiti" (che per una Moschea si chiamano Minbar) e la tomba di Mohammed-Ali.

Visitiamo il Cairo sempre accompagnati perchè nonè una zona molto tranquilla.

Il panorama dalla Cittadella è mozzafiato.
Ci imbarchiamo. Tutti i nostri spostamenti saranno tramite minicrociera sul Nilo. Il consiglio è quello di rilassarsi per recuperare le forze.
LUXOR. Più a sud del Cairo, nella Valle del Nilo, sulla riva destra. E' la nostra prossima tappa. E' un complesso Templare tra i più meravigliosi. Quel che ci tocca ancor di più è che Luxor sorge dove un tempo sorgeva l'antica Tebe!
Il complesso templare di Karnak è una delle cose più belle che abbiamo visitato. Non tutto è aperto al pubblico, come ad esempio il Tempio di Montu e quello di Amenhotep IV.
La visita inizia con il Tempio di Amon-Ra.
Da vedere: - Il primo pilone; - il tempio di Sethy II ;
- il grande cortile porticato; - il Tempio di Ramses III;
- la sala ipostila; - il Tempio di Amon;
Davanti il tempio di Amon c'è un obelisco uguale a quello situato in Place de la Concorde a Parigi (Parigi: dall'Obelisco in Place Concorde all'Arco di Trionfo)
- "Akh-Menu” o “Sala delle feste” di Thutmosi III ;
- il lago sacro di Amon;
- i propilei del sud;
- il Tempio giubilare di Amenhotep II
- il Tempio di Khonsu
- il Tempio di Opet;
- Viale delle sfingi “criocefale”;
- Tempio di Mut;
- Lago sacro di Mut;
- Tempio di Amenhotep III (in foto)
- Tempio di Ramses III
- Tempio di Monthu
Lungo le rive del Nilo, un pò più lontano da Luxor, troviamo i Colossi di Memnone. Rappresentano Amenhotep III . Le statue guardano verso il Nilo, ad est, verso il sole che sorge.
Giungiamo nella Valle dei Re. Così denominata perchè si trovano le tombe dei Re d'Egitto di un pò tutte le dinastie.
Molte sono vuote, altre sono inutilizzate, altre piene di detriti, molte ancora in fase di scavi.
Si rimane a bocca aperta dinanzi questa terra senza fine piena di tombe di Re della portata di Ramses II, Ramses III, Seti II, Akhenaton, forse Nefertiti, e poi c'è la più famosa.. quella di Tutankhamon (la n°KV62).
Ogni tomba ha una storia, ogni storia ha un personaggio, ogni personaggio ha qualcosa di magico da tramandare..
Riprendiamo la navigazione e ancora una volta
si approfitta per recuperare le forze e lasciar sedimentare le emozioni. Pronti per viverne di nuove.
Passiamo per Esna, ad una cinquantina di chilometri da Luxor. Importante e conosciuta per il Tempio di Khnum e le sue iscrizioni sul portale d'ingresso dedicate agli imperatori Vespasiano e Claudio.
Ci imbarchiamo nuovamente. Per giungere ad Edfu, che si trova ad altri 50 chilometri circa da Esna.
Ci troviamo davanti il Tempio di Horus perfettaemente conservato. Horus è il corrispettivo Dio Apollo dei Greci.
E' possibile ammirare ove veniva risposta la statua di Horus per il suo viaggio verso Dendera. La barca sacra in foto.
All'esterno troviamo due statue di Horus, rappresentato come un grande falco. Sotto il falco di sinistra, tra le zampe, è raffigurato un sacerdote.
Riprendiamo il nostro viaggio per sbarcare a FILE, piccola isola sul Nilo.
Troviamo il Tempio di Iside
e il Chiosco di Traiano

Lasciando File, navighiamo e visitiamo Kom Ombo, dove visitiamo il Tempio di Sobek e Haroeri.

In seguito raggiungiamo Assuan, dove scorgiamo l'Obelisco incompiuto e le cave di granito rosa. Dedichiamo qualche ora nel Museo Nubiano e la Diga di Assuan.

Molto più lontano, invece, sbarchiamo a Abu Simbel.
Troviamo i Templi construiti durante il regno di Ramesse II.
Questo in foto è proprio il tempio di Ramese II.
Risaliamo fino a vicino il Cairo.
Giungiamo alle Piramidi di El Giza. Le più famose. Conosciute per le tante storie di misteri attorno alla loro costruzione,
alla loro posizione, orientamento, dimensione.
La più famosa è la Piramide di Cheope.
Ed ecco i cammelli! :-)
Arriviamo davanti la Sfinge di Giza. Uno dei simboli della mitologia egizia ma anche di quella greca. Solo che nella mitologia greca la Sfinge ha anche le ali.Corpo di leone e testa umana.
Questo meraviglioso monumento si trova sulla strada che porda dal tempio alla Piramide di Cheope a Giza.
Ed ecco una suggestiva immagine della Sfinge con la Piramide sullo sfondo.
Giungiamo infine a Sakkara, a 15 chilometri dalla Piramide di Cheope.
Qui troviamo la Piramide a Gradoni di Djoser, monumento funerario del Re Zoser. E' considerata la piramide tra le più antiche.
Sempre a Sakkara, non di meno importanza, si trova il la Mastaba di Mereruka, la tomba di Mereruka, sacerdote della piramide di Teti. (Mastaba vuol dire abitazione, infatti è una piramide costruita come abitazione).
Questa foto ha contribuito alla creazione del Calendario OcchiettiNeri 2008.
Menphi, o detto erroneamente Memphis (attualmente Mitahina).
E siamo a Menphi, ultima tappa del nostro tour.
Nel Museo di Memphis E' custodita una bellissima e grandissima statua di Ramesse II.
Si resterebbe per ore ad osservare Ramesse II.
Bellissima sfinge di otto metri di lunghezza e quattro di altezza all'ingresso.
Rovine e monumenti a Menphi.
Nei locali serali è possibile assistere a balli tipici e mangiare al suono di buona musica.
Come ogni intrattenimento, persone del pubblico saranno chiamate a ballare... il nostro consiglio.. non siate timidi!
 

 

Additional information